Corso "Dar senso all'esperienza" - 3 aprile 2018 - in collaborazione con l'Università del Volontariato

Via Milazzo 16, Bologna - Sala Biagi, Da Martedì 03 Aprile 2018 alle ore 18:00 a Mercoledì 09 Maggio 2018 alle ore 18:00

Come il servizio di volontariato, finalizzato all’impegno verso gli altri e verso la società, può rappresentare un’esperienza ricca di senso, un incontro tra persone che contribuisce a migliorare la qualità di vita sia per chi svolge volontariato che per chi lo riceve?

Spesso presi dalla quotidianità e dall’emergenza anche nel volontariato, si può perdere di vista il significato profondo delle scelte e dell’agire solidale, e di come queste possano cambiare nelle diverse fasi della vita. Pensare, parlare, confrontarsi sulle scelte e le motivazioni è uno spazio importante per riconoscersi anche come volontari, a cui spesso non si dedica attenzione.

Il corso realizzato insieme ad ANTEAS, partner dell’Università del Volontariato, sarà l’occasione per essere più consapevoli del senso dell’esperienza di volontariato, per conoscere meglio le proprie risorse e potenzialità, per imparare a scrivere la propria storia di volontario,  che potrà diventare un libro della Biblioteca dei Libri Viventi di Anteas.

Obiettivi

  • Riflettere sui valori, significati e talenti che guidano le proprie scelte e azioni.
  • Essere più consapevoli di sé attraverso l’altro: l’ascolto, il confronto e il racconto.
  • Saper esprimere e “narrare” la propria storia ed esperienza.

Programma

Il corso si svolgerà, per complessive 15 ore,  nei giorni di martedì 3, 10 e 17 aprile 2018; mercoledì 2 e 9 maggio 2018, dalle ore 18,00 alle 21,00.

Tra i principali temi verranno affrontati:

  • L’esperienza di volontariato come ricerca personale di senso e di significato.
  • Il volontariato come spazio di incontro con “l’altro” e di costruzione di relazioni.
  • Il volontariato come luogo di riconciliazione con se stessi e con gli altri.
  • Come raccontare la propria esperienza di volontario: il testo scritto e il racconto verbale.

Metodologia

Gli incontri seguiranno una metodologia interattiva e partecipativa, facilitando la condivisione di esperienze e riflessioni. Il percorso si basa complessivamente sugli approcci e metodologie della mediazione umanistica di J. Morineau, della Logoterapia di Viktor Frankl e della Gestalt di E. Polster.  I volontari saranno inoltre accompagnati a sperimentare la costruzione della storia della propria esperienza, attraverso gli elementi chiave della struttura narrativa e del racconto verbale.

Il percorso vuole offrire anche un’occasione concreta per diventare Libro Vivente e raccontare la propria storia all’interno della Biblioteca dei Libri viventi (progetto Anteas http://biblioteca-dei-libri-viventi.webnode.it/  e www.anteasmiliaromagna.it – progetto biblioteca dei libri viventi)

Prima della conclusione del corso, i partecipanti potranno sperimentarsi nel ruolo di “lettori”, all’interno di un evento pubblico della Biblioteca dei Libri Viventi.

Iscrizioni

Per iscriversi, entro venerdi 30 marzo, compilare la scheda a questo link:


Documenti allegati


Link utili