Europa per i cittadini

Nell’ottica di coinvolgere attivamente il pubblico nel processo di integrazione europea, il programma mira a promuovere la cooperazione fra i cittadini e le organizzazioni della società civile in vari paesi, favorendo la loro interazione e le loro attività in un contesto europeo che rispetti la loro diversità.

Cos’è

Il programma contribuisce al conseguimento dei seguenti obiettivi generali:

  • dare ai cittadini la possibilità di interagire e partecipare alla costruzione di un’Europa sempre più vicina, democratica e proiettata verso il mondo, unita nella sua diversità culturale e da questa arricchita;
  • sviluppare un sentimento d’identità europea, fondata su valori, storia e cultura comuni;
  • promuovere un sentimento di appartenenza all’Unione europea da parte dei suoi cittadini;
  • migliorare la tolleranza e la comprensione reciproca dei cittadini europei rispettando e promuovendo la diversità culturale e linguistica, contribuendo nel contempo al dialogo interculturale.

Gli obiettivi specifici del programma sono:

  • avvicinare tra loro le persone appartenenti alle comunità locali di tutta Europa, perché possano condividere e scambiare esperienze, opinioni e valori, trarre insegnamento dalla storia e operare per costruire il futuro;
  • promuovere le iniziative, i dibattiti e la riflessione in materia di cittadinanza europea e democrazia, valori condivisi, storia e cultura comuni, grazie alla cooperazione all’interno delle organizzazioni della società civile a livello europeo;
  • avvicinare l’Europa ai suoi cittadini, promuovendo i valori e le realizzazioni dell’Europa e preservando la memoria del passato europeo;
  • favorire l’interazione tra i cittadini e le organizzazioni della società civile di tutti i paesi partecipanti, contribuendo al dialogo interculturale e mettendo in evidenza la diversità e l’unità dell’Europa, con un’attenzione particolare per le attività con gli Stati membri che hanno aderito di recente all’Unione europea.

Gli obiettivi del programma sono perseguiti sostenendo quattro tipi di azione:

Azione 1: «Cittadini attivi per l’Europa»

Questa azione coinvolge direttamente i cittadini attraverso attività di gemellaggio di città e progetti dei cittadini, onde discutere di questioni europee e sviluppare la comprensione reciproca attraverso la partecipazione diretta. Per migliorare il gemellaggio di città e i progetti dei cittadini è anche necessario attuare misure di sostegno per lo scambio delle migliori pratiche, mettere in comune le esperienze dei soggetti interessati ai livelli locale e regionale e sviluppare nuove competenze, ad esempio attraverso la formazione. Indicativamente, almeno il 45% del bilancio totale assegnato al programma sarà destinato a questa azione.

Azione 2: «Una società civile attiva in Europa»

Indicativamente, circa il 31% del bilancio totale assegnato al programma sarà destinato a questa azione, la quale prevede:

  • un sostegno strutturale ai centri di ricerca sulle politiche europee (gruppi di riflessione);
  • un sostegno strutturale alle organizzazioni della società civile a livello europeo;
  • un sostegno a progetti promossi da organizzazioni della società civile a livello locale, regionale e nazionale.

Azione 3: «Insieme per l’Europa»

Indicativamente, circa il 10% del bilancio totale assegnato al programma sarà destinato a questa azione, la quale sostiene:

  • eventi di grande visibilità, come commemorazioni di eventi storici, manifestazioni artistiche, assegnazioni di premi destinati a mettere in luce realizzazioni di rilievo e conferenze su scala europea;
  • studi, indagini e sondaggi d’opinione;
  • strumenti d’informazione e di diffusione.

Azione 4: «Memoria europea attiva»

Circa il 4% del bilancio totale assegnato al programma sarà destinato a questa azione, la quale sostiene progetti volti a preservare una memoria europea attiva. Si tratta di progetti principalmente destinati a preservare i principali siti e archivi connessi con le deportazioni di massa e gli ex campi di concentramento e a commemorare le vittime degli stermini e delle deportazioni di massa sotto il nazismo e lo stalinismo.

Partecipazione

Possono partecipare al programma i seguenti paesi, conformemente alle condizioni e modalità generali stabilite dagli accordi ai fini della loro partecipazione ai programmi comunitari:

  • gli Stati membri;
  • i paesi dell’EFTA parti dell’accordo sullo Spazio economico europeo;
  • i paesi candidati per i quali è in atto una strategia di preadesione;
  • i paesi dei Balcani occidentali.

Il programma si applica:

  • alle autorità e organizzazioni locali;
  • ai centri di ricerca sulle politiche europee (gruppi di riflessione);
  • ai gruppi di cittadini e ad altre organizzazioni della società civile, come organizzazioni non governative, piattaforme, reti, associazioni, federazioni, sindacati, istituti di istruzione e organizzazioni attive nel settore del volontariato e dello sport dilettantistico.

Gestione, bilancio e valutazione

La Commissione è assistita da un comitato e deve adottare la maggior parte delle disposizioni di attuazione secondo la procedura di gestione, ivi incluse le decisioni di selezione relative alle sovvenzioni di funzionamento, agli accordi di gemellaggio pluriennali e agli eventi di grande visibilità. Per quanto riguarda le altre decisioni di selezione, la Commissione ha l’obbligo di informare il comitato e il Parlamento europeo delle decisioni adottate. Il bilancio proposto per l’attuazione di questo programma è fissato a 215 milioni di EUR. La spesa amministrativa dovrebbe rappresentare circa il 10% del bilancio totale assegnato al programma 

Il progetto YouWorth

..in costruzione.. 

Foto e video


Link utili